Tecnologia fotovoltaica - Contributi e detrazioni fiscali

Detrazione fiscale - IRPEF ed IRES - recupero pari al 50% del costo dell'impianto

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 147 del 26 giugno il Decreto cosiddetto “Sviluppo” o “Crescita” - DL n. 83 del 22 giugno 2012. Da giugno 2012 le detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie sono state portate dal 36 al 50%. A beneficio delle sole persone fisiche e per diversi lavori edilizi, spetta così una detrazione Irpef del 50% su un limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare, spalmata su 10 anni in rate omogenee. Nel ventaglio di lavori eleggibili per le detrazioni si può far rientrare anche la realizzazione di un impianto fotovoltaico, impianti che producono energia rinnovabile.

Esempio di detrazione

Se realizziamo un impianto fotovoltaico da 3 Kwp, ipotizzando di pagarlo 8.000,00 Iva compresa, almeno fino al 30 giugno 2013, dunque 4.000,00 € ci verranno restituiti, scalandoli dalle tasse in 10 anni con rimborso di 400,00 € all’anno.
 
In che modo?
Accedendo allo Scambio sul Posto compatibile con la Detrazione Fiscale del 50%

I Vantaggi della detrazione

  1. semplificazione burocratica;
  2. non è necessario l’Attestato di Certificazione Energetica
  3. installazione impianto non soggetta a Linee Guida GSE;
  4. possibilità di installare qualsiasi tipologia di modulo (Europeo, Extra Cee);
  5. ricavi per l’intero ciclo di vita dell’impianto (indicativamente 25 anni);
  6. pratica detrazione 50% semplicissima: bonifico con causale + fattura. Non necessita di alcuna asseverazione o certificazione energetica;
  7. lo Scambio sul Posto non è soggetto a tassazioneù

IL CONTRIBUTO IN CONTO SCAMBIO - UNA VALIDA ALTERNATIVA AI VECCHI CONTRIBUTI STATALI, PER I PRIVATI E LE AZIENDE

Lo scambio sul posto, regolato dalla Delibera ARG/elt 74/08, è una particolare modalità di valorizzazione dell’energia elettrica che consente, al Titolare di un Impianto, di realizzare una specifica forma di autoconsumo immettendo in rete l’energia elettrica prodotta ma non direttamente auto consumata. Il meccanismo di Scambio sul Posto consente alle Aziende Titolari di un impianto di ottenere una compensazione tra il valore economico associabile all’energia elettrica prodotta e immessa in rete e il valore economico associabile all’energia elettrica prelevata e consumata in un periodo differente da quello in cui avviene la produzione. Il GSE, come disciplinato dalla Delibera ARG/elt 74/08, ha il ruolo di gestire le attività connesse allo scambio sul posto e di erogare il contributo in conto scambio (CS), un contributo che garantisce il rimborso di una parte degli oneri sostenuti dall’utente per il prelievo di energia elettrica dalla rete.

Attivazione del contributo

Energy Solution Group  presenterà, entro 15 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, un’apposita richiesta per lastipula di un contratto con il GSE per la regolazione dello scambio.
Il contratto, di durata annuale solare, è tacitamente rinnovabile.

RITIRO DEDICATO E VENDITA DELL'ENERGIA PRODOTTA/IMMESSA IN RETE

Il Ritiro Dedicato è una modalità semplificata a disposizione dei TITOLARI DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO per la vendita dell’energia elettrica immessa in rete. Consiste nella cessione dell’energia elettrica immessa in rete al Gestore dei Servizi Energetici – (GSE), che provvede a remunerarla, corrispondendo al Titolare di un Impianto Fotovoltaico un prezzo per ogni kWh ritirato. 

Chi può usufruire del RID (ritiro dedicato)

Possono richiedere l’accesso al regime di ritiro dedicato gli impianti alimentati da fonti rinnovabili e non rinnovabili che rispondano alle seguenti condizioni: 

  • potenza qualsiasi per impianti che producano energia elettrica dalle seguenti fonti rinnovabili;
  • (solamente per chi sceglie il meccanismo di ritiro dedicato a cessione totale) l’Agenzia delle Dogane ha sancito la l’obbligo, da parte del titolare dell'impianto, di fatturare il contributo e quindi la necessità di essere titolare di partita IVA.

Attivazione del contributo

Energy Solution Group Spa,  procederà con il presentare un’apposita istanza di ritiro dedicato al GSE, entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto. Successivamente, attiverà il rapporto contrattuale mediante la stipula della convenzione con il GSE.

Prezzi minimi garantiti

L’energia elettrica immessa in rete dai Titolari di un Impianto Fotovoltaico e ritirata dal Gestore dei Servizi Energetici con il meccanismo del Ritiro Dedicato viene valorizzata dal GSE al “prezzo medio zonale orario”, ovvero al prezzo medio mensile per fascia oraria -  corrispondente alla zona di mercato in cui è connesso l’impianto. I prezzi minimi garantiti sono aggiornati annualmente dall’Autorità per l'energia elettrica e il gas (AEEG).

Alla fine di ogni anno, il GSE riconosce un conguaglio a favore degli impianti per i quali il ricavo associato ai prezzi orari zonali risulti più elevato di quello risultante dall’applicazione dei prezzi minimi garantiti. Dal 2012 l’AEEG ha previsto una variazione nella determinazione dei prezzi minimi garantiti, che saranno differenziati per fonte rinnovabile utilizzata.  

Detrazione fiscale 100 %

Il regime fiscale relativo agli impianti fotovoltaici si articola sui diversi soggetti che accedono alle tariffe incentivanti, sulla potenza dei singoli impianti e sull’utilizzo dell’energia prodotta.
Le aziende che acquistano un impianto fotovoltaico, hanno il diritto di detrarre il 100% del costo, in quanto si tratta di un bene strumentale, con una limitazione posta al 9% annuo.




Energy Solution Group S.p.A. - tutti i diritti riservati
I marchi citati appartengono ai legittimi proprietari.
Dati societari & Privacy


google+ twitter.com/energysolutiong facebook.com/energysolution